Thursday, November 21, 2019
 

Delhi Sustainable Development Summit (DSDS 2011)

Il Summit sullo Sviluppo Sostenibile dal titolo “Tapping Local Initiatives and Tackling Global Inertia“, che si è svolto a Nuova Delhi dal 3 al 5 febbraio, ha visto la partecipazione di importanti rappresentanti di Istituzioni internazionali, accademici e politici.

Ai lavori del vertice, organizzato dal  The Energy and Resources Institute (TERI), aperti dal primo ministro indiano Manmohan Singh, hanno partecipato due premi Nobel: il Prof. Joseph Stiglitz, della Columbia University, Premio Nobel per l’economia nel 2001 e il Prof. James Alexander Mirrlees, dell’Università di Cambridge, Premio Nobel per l’economia nel 1996.

La sessione che ha visto come protagonista Joseph Stiglitz, intitolata “Sustainability: the road towards robust global recovery”, si è aperta con una domanda: per rimanere nei confini di uno sviluppo sostenibile a che tipo di crescita economica dobbiamo mirare? Sostanzialmente quel che ha richiamato Stiglitz è un modello di crescita simile a quello adottato dall’Europa ma con norme anti-inquinamento molto più rigide, sostenendo che il modo migliore per controllare l’inquinamento è quello di avere un limite pro capite di emissioni pari per tutti.

L’altro Premio Nobel, Sir James Alexander Mirrlees, nella sessione che lo riguardava, intitolata “Bearing the costs”, si è soffermato sulla necessità di imporre una tassa sulla co2 e di assicurare trasferimenti tecnologici fra i Paesi, distinguendo fra benefici a breve e lungo termine.

Nel corso della giornata del 4 febbraio ha avuto luogo una tavola rotonda, dal titolo “Integrating civil society in the development process”, a cui ha preso parte il Prof. Luigi Paganetto, Presidente della Fondazione Economia-Università Tor Vergata. Il messaggio chiave che è scaturito da questa sessione è stato che la società civile deve assolutamente essere un protagonista fondamentale nello sviluppo, al pari di governi e settori privati, come ha dimostrato la recente esperienza di Cina e Bangladesh, dove la International Union for Conservation of Nature (IUCN) ha lavorato in accordo con le comunità e i governi dei due Paesi per la gestione delle risorse naturali, con eccellenti risultati.

Il summit si è concluso con l’auspicio di una intesa inter-generazionale nel perseguimento dello sviluppo economico, e con l’annuncio della prossima edizione 2012 del DSDS che avrà come tema “Protecting the global commons: 20 years post Rio”.

Sul sito ufficiale del DSDS 2011 è possibile consultare programma completo e resoconti dei tre giorni di lavori: http://dsds.teriin.org/2011/.

DSDS 2011 - I partecipanti DSDS 2011 - Joseph Stiglitz DSDS 2011 - Tavola rotonda DSDS 2011 - Sir Mirrlees

Delhi Sustainable Development Summit (DSDS 2011)

 

Tags: , ,

Comments

No comments so far.
 
About us

La Fondazione Universitaria Economia Tor Vergata è uno strumento di relazione tra università, imprese e istituzioni.

Approfondisci »
Links & Resources
Help & Support

Problemi con il sito web?
Contatta il webmaster .

webmaster@poeco.uniroma2.it
Contatti

Via Columbia, 2
00133 Roma
Tel.: 06 72595570/5533
Fax: 06 72595569
segreteria.fondazione
luigi.paganetto