Wednesday, November 21, 2018
 
« Back to Events

Stato, Regioni e Autonomie rafforzate.
Come assicurare Solidarietà e Sviluppo

iCal Import
Start:
07/12/2017
Venue:
SNA - Scuola Nazionale dell'Amministrazione
Address:
Roma, Italia

Conferenza organizzata nell’ambito del Diploma in Management pubblico e Politiche economiche europee della SNA e delle attività del Gruppo dei 20 “Revitalizing Anaemic Europe”, sviluppate in collaborazione fra la nostra Fondazione e la Scuola Nazionale dell’Amministrazione.
Sono Intervenuti: Stefano Battini, Presidente SNA; Luigi Paganetto, Presidente Fondazione Economia Tor Vergata e docente SNA; Patrizio Bianchi, Assessore sviluppo economico Regione Emilia Romagna; Franco Gallo, Presidente emerito Corte Costituzionale; Adriano Giannola, Presidente Svimez; Mariano Bella, Ufficio studi Confcommercio; Maria Ludovica Agrò, Direttore Agenzia per la Coesione; Vincenzo Scotti, Link Campus University; Pasquale Lucio Scandizzo, Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”.

undefined Programma


Regioni, Residui Fiscali e Competenze rafforzate: Come assicurare Solidarietà e Sviluppo
Luigi Paganetto – Presidente Fondazione Economia Tor Vergata e docente SNA

Referendum e “Autonomie Rafforzate”
Si sono svolti, di recente, in Lombardia e Veneto i referendum regionali in relazione alll’applicazione dell’art.116 della Costituzione che prevede forme di autonomia rafforzata per le Regioni che ne chiedono il riconoscimento.
In verità l’art.116 non prevede esplicitamente procedure referendarie, tant’è che la Regione Emilia Romagna, senza referendum, è a buon punto nella procedura diretta ad ottenere competenze rafforzate. Visto lo stato di avanzamento di queste procedure occorre, valutare modalità e conseguenze delle autonomie rafforzate, non solo riguardo alle diverse competenze che possono essere acquisite dalle Regioni, ma anche e soprattutto riguardo la questione della distribuzione dei c.d. residui fiscali che sono il cavallo di battaglia delle Regioni del Nord.

La questione dei “Residui Fiscali”
In questo quadro assumono particolare rilievo i residui fiscali che sono la differenza tra le tasse pagate e raccolte in una Regione e le spese pubbliche effettuate nella stessa Regione. La pretesa delle Regioni dei referendum è quella di trattenere sul proprio territorio in tutto o in parte (9/10) questa differenza che oggi finisce nella fiscalità generale. Questa pretesa nasce dall’affermazione che esse rendono i servizi legati alle loro competenze con maggiore efficienza rispetto alle altre Regioni e dunque ritengono di trovarsi a cedere il residuo allo Stato per effetto della minor efficienza relativa delle altre Regioni.
Si può configurare la possibilità che l’acquisizione delle nuove competenze diventi un modo surrettizio per sfuggire al dovere di solidarietà delle Regioni più ricche nei confronti di quelle più povere? O non si deve fare in modo che le risorse fiscali attribuite per le nuove competenze siano fissate al livello della spesa storica dello Stato nelle stesse Regioni per le funzioni devolute? E, in ogni caso, quali saranno le conseguenze di queste scelte sullo sviluppo regionale e nazionale? Nè vanno trascurate, infine, le tendenze evolutive europee in materia fiscale… undefinedScarica la presentazione completa con i grafici

Tutti i materiali della conferenza saranno collezionati in un volume che verrà pubblicato a breve.

 
About us

La Fondazione Universitaria Economia Tor Vergata è uno strumento di relazione tra università, imprese e istituzioni.

Approfondisci »
Help & Support

Problemi con il sito web?
Contatta il webmaster .

webmaster@poeco.uniroma2.it
Contatti

Via Columbia, 2
00133 Roma
Tel.: 06 72595570/5533
Fax: 06 72595569
segreteria.fondazione
luigi.paganetto