Saturday, December 16, 2017
 

Pil mensile – Maggio 2017

luglio 26th, 2017 by Fuet in Economia italiana / PIL mensile

Pil mensile – Maggio 2017

Si rafforza la produzione industriale nel 2T

La produzione industriale è aumentata di 0,7% m/m a maggio, compensando il lieve calo registrato in aprile. La crescita è stata diffusa e più robusta per i beni di investimento (+2,3% m/m), mentre l’energia ha perso l’1% in termini congiunturali. La fiducia del settore manifatturiero è rimasta sostanzialmente stabile attestandosi a 55,2 nel mese di giugno, sostenuta da rilevanti ordini esteri con effetti positivi sulle aspettative di occupazione. Nella media del 2T, il PMI manifatturiero si attesta a 55,5, il valore più alto degli ultimi sei anni, prospettando un solido contributo del settore alla crescita del PIL nei prossimi mesi. La nuova stima del PIL per il mese di maggio traccia una crescita moderata(+0.08% m/m) mentre quella tendenziale si consolida a +1.4%.

Dati e commento

Data and comment

 

20 Jul2017

Un’Europa in ripresa, un paese che zoppica. Concorrenza, banche, industria | 20 luglio 2017

Giovedì 20 luglio a Roma presso l’Aula Magna della SNA – Scuola Nazionale dell’Amministrazione , si è tenuto l’incontro conclusivo, prima della pausa estiva, del Gruppo dei 20 nell’ambito del progetto permanente “Revitalizing Anaemic Europe”, tema del meeting:“Un’Europa in ripresa, un Paese che zoppica. Concorrenza, Banche, Industria”

I lavori sono stati aperti dal nostro Presidente Luigi Paganetto che ha fatto una panoramica generale su “Politiche Macroeconomiche e Crescita nell’Eurozona”, sono seguiti gli interventi di: Patrizio Bianchi, Regione Emilia Romagna; Paolo Guerrieri, Sapienza Università di Roma; Massimo Mucchetti, Senato della Repubblica; Alberto Pera, Gianni, Origoni, Grippo, Cappelli & Partners; Salvatore Zecchini, Steering Group su SME e Imprenditorialità – OCSE.

Sintesi dei temi discussi nel corso dell’incontro


Luigi Paganetto- Presidente Fondazione Economia Tor Vergata e Docente SNA

Le Politiche Macroeconomiche e la Crescita
Nel dibattito corrente tende a prevalere l’idea che tutto si riduca, nelle policy da adottare, alla scelta delle politiche macroeconomiche nazionali ed europee ed alle regole EU sulle politiche fiscali. In realtà viviamo una fase di straordinario cambiamento, in cui i driver dello sviluppo teconologico e la globalizzazione producono una grande ricollocazione competitiva delle economie. I movimenti migratori rendono ancora più complesso il quadro. La crisi di parti importanti del manifatturiero, come effetto della globalizzazione, si accompagna a una disoccupazione in cui dominano fenomeni di polarizzazione degli skills. In questo contesto sia le politiche macroeconomiche che le modifiche alle regole europee sul deficit non sono sufficienti ad assicurare la crescita. Ciò vale per tutta l’eurozona ma, in particolare, per il nostro Paese.

Crescita e Divari nell’Eurozona
Dal 2000 ad oggi il Pil di Spagna, Germania e Francia è cresciuto rispettivamente del 27,21 e 20%. Quello del nostro paese è rimasto invariato. Tra il 1995 e il 2016 il tasso di crescita del nostro Pil è risultato in media dello 0.5 %, contro 1.5 di Francia, 1.3 Germania, 2.1 Spagna. La produttività del lavoro è cresciuta assai meno in Italia che in questi paesi. La TFP è cresciuta negli ultimi 20 anni di 0.2% annuo contro 0.8 di Francia e Germania e 1.5 di Usa e UK. L’investimento fisso lordo è inferiore di un quarto a quello del 2007 e al netto degli ammortamenti è ancora negativo undefined Scarica la Presentazione completa con i grafici

undefinedL’organizzazione dell’industria: come è cambiata la relazione fra estensione del mercato e struttura industriale
Patrizio Bianchi – Regione Emilia Romagna

undefinedServono politiche nuove per accompagnare processi di apertura e innovazione dei paesi
Paolo Guerrieri – Sapienza Università di Roma

undefinedLa politica della concorrenza e i salvataggi bancari
Massimo Mucchetti – Senato della Repubblica

undefined I processi di aggiustamento delle economie indotti dalla globalizzazione drammatizzano le scelte di politica per l’economia
Alberto Pera – Gianni, Origoni, Grippo, Cappelli & Partners

undefinedInnovazione: una sfida per la Crescita
Salvatore Zecchini – Steering Group su SME e Imprenditorialità, OCSE

 

4 Jul2017

Politiche Europee. Dopo il G7 e aspettando il G20 | 4 luglio 2017

Martedì 4 luglio a Roma presso la Scuola Nazionale dell’Amministrazione, si è svolta una giornata di studi su “Politiche Europee. Dopo il G7 e aspettando il G20“, organizzata dalla SNA e dalla nostra Fondazione nell’ambito del progetto permanente Revitalizing Anaemic Europe – Gruppo dei 20 e del Diploma in Management pubblico europeo e politiche economiche.


Ad aprire i lavori è stato Stefano Battini, Presidente SNA, a seguire la relazione introduttiva di Luigi Paganetto, Presidente della Fondazione Economia Tor Vergata e Docente SNA, e gli interventi di Beniamino Quintieri, Presidente SACE; Ferdinando Nelli Feroci, Presidente Istituto Affari Internazionali; Paolo GuerrieriSenatore della Repubblica e Docente Università “La Sapienza” Roma; Maurizio Melani,Docente Link Campus University; Pasquale Lucio Scandizzo, Fondazione Economia Tor Vergata; Vincenzo Scotti, Presidente Link Campus University. Le conclusioni sono state affidate a Massimo Gaiani, Direttore Generale per la Mondializzazione e le Questioni Globali – Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

undefinedProgramma
undefinedLuigi Paganetto: Le Politiche Europee. Protezionismo, Flussi migratori e Clima nel G20

 

Sustainable Growth in the EU Challenges and Solutions

giugno 9th, 2017 by Fuet in Books / Economia europea

Editors: Paganetto, Luigi (Ed.)

Springer

This book explores the diverse challenges facing the EU and in particular examines the impediments to financial stability and sustainable growth and how these can be overcome. Among the topics explored are the extent to which monetary union has favored real convergence, competitive imbalances in the eurozone, and the impacts of austerity measures. Potential solutions are closely scrutinized, highlighting the need for linked fiscal, monetary, credit, and investment choices. Opportunities for public and private investment in infrastructure, human capital, the environment, and innovation are emphasized, as is the role of fiscal stimulus targeting aggregate demand and output. Detailed attention is paid to the importance of coordination of macroeconomic policies and the scope for reforms in EMU design and EU governance. In this context, the proposals in the recent Five Presidents’ Report are assessed, along with other ideas regarding progressive steps aimed at closer economic, financial, and political union in the medium to long term. Readers will also find separate scrutiny of the Greek crisis and the effectiveness of the third economic adjustment programme. The book comprises a selection of contributions presented at the XXVIII Villa Mondragone International Economic Seminar.

 

XXIX Villa Mondragone International Economic Seminar

XXIX Villa Mondragone International Economic Seminar

Getting Globalization Right. Sustainability and Inclusive Growth in the post Brexit Age


Seminario, 21 giugno 2017

Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” – Villa Mondragone – Monte Porzio Catone

Tavola Rotonda, 22 giugno 2017
Ministero Affari Esteri e Cooperazione Internazionale – Sala Aldo Moro – Piazzale della Farnesina 1, Roma

Scarica il Programma delle due giornate

Guarda le foto dell’evento

 

11 May2017

Il Documento di Economia e Finanza e la Manovra Finanziaria – maggio 2017

Nell’ambito del progetto permanente Revitalizing Anaemic Europe giovedì 11 maggio a Roma presso la SNA – Sala della Biblioteca, si è svolto un nuovo incontro del “Gruppo dei 20″, il tema al centro del dibattitto:

Il Documento di Economia e Finanza e La Manovra Finanziaria 2017



Dopo l’introduzione del nostro Presidente Luigi Paganetto, sono seguiti gli interventi di Carlo Cottarelli, Fondo Monetario Internazionale; Paolo Guerrieri, Università Sapienza di Roma; Lorenzo Codogno, London School of Economics and Political Science; Riccardo Barbieri Hermitte, Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Materiali scaricabili:
Italy: Beyond the point of no return or surprisingly resilient? Public Finances and the Economic and Financial Document - L. Codogno

Il quadro economico e finanziario DEF 2017 e futura Legge di Bilancio - R. Barbieri H.

 

Intervista su Rai News 24 – 9 maggio 2017

maggio 12th, 2017 by Fuet in Economia globale / Press room

Il Prof. Luigi Paganetto ospite di Economia24, la rubrica sui temi dell’economia e della finanza in onda su RaiNews 24. Numerosi i temi al centro dell’intervista: dal G7, alla glolbalizzazione, ai consumi, fino alle scelte protezionistiche dell’amministrazione Trump e l’evoluzione futura del mercato del lavoro.

Guarda il video

 

8 May2017

Globalization, inclusion and sustainability in a global century – G7 International Forum | maggio 2017

Globalization, Inclusion and Sustainability
in a global century

G7 International Forum
Under the auspices of the Italian G7 Presidency


Roma, 8 maggio 2017 – Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale
Roma, 9 maggio 2017 – Link Campus University

La Fondazione Economia Tor Vergata e la Fondazione Link Campus University, sotto l’auspicio della Presidenza Italiana del G7, hanno organizzato un Forum Internazionale sul tema “Globalization, inclusion and sustainability in a global century”.
La prima giornata si è tenuta presso il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale – Sala delle Conferenze Internazionali mentre la giornata successiva è stata ospitata dalla Link Campus University di Roma.
Dopo gli interventi introduttivi del Sottosegretario Benedetto Della Vedova, dell’Ambasciatore Massimo Gaiani, di Vincenzo Scotti, Fondazione Link Campus University e di Luigi Paganetto, Fondazione Economia Tor Vergata, si sono svolti i lavori – secondo la Chatham House rule – articolati in tre sessioni.

G7 and Globalization between Development and Inequalities
Introductory speech di Luigi Paganetto

Alle relazioni introduttive delle tre sessioni sono seguiti gli interventi di autorevoli accademici ed esperti provenienti dai Paesi del G7 e dal resto del mondo. L’idea che ha guidato la conferenzaè stata quella di portare la necessaria attenzione oltre che alle idee e proposte dei paesi più avanzati e di maggior rilievo, anche a quelli che non trovano ascolto durante gli incontri del G7 e del G20. Sono stati presenti rappresentanti di Arabia Saudita, Argentina, Azerbaijan, Brasile, Croazia, Egitto, Marocco, Russia, Stato della Città del Vaticano oltre ovviamente a quelli provenienti dai paesi del G7/G20.

Scarica il Programma

 

Rassegna Stampa FUET 2016 – 2017

aprile 20th, 2017 by Fuet in Press room
5/12/2016

Intervento del Professor Luigi Paganetto a “Siamo Noi”, TV2000

24/02/2016

Intervista del Professore Luigi Paganetto su Firstonline

17/2/2016 Riforma delle pensioni 2016

Intervento del Prof. L. Paganetto alla trasmissione “Ma che parlate fa” di Radio Roma Capitale

26/1/2016 Crisi delle banche, borse al ribasso e piccoli musei

Intervento del Prof. L. Paganetto alla trasmissione “Siamo noi” di TV2000

19/1/2016 Il Petrolio ai minimi da 12 anni -

Intervento del Prof. L. Paganetto a Rai Radio 1 – Radio Anch’io

Podcast

Anni precedenti

 

Buona Pasqua 2017!

 
 
About us

La Fondazione Universitaria Economia Tor Vergata è uno strumento di relazione tra università, imprese e istituzioni.

Approfondisci »
Help & Support

Problemi con il sito web?
Contatta il webmaster .

webmaster@poeco.uniroma2.it
Contatti

Via Columbia, 2
00133 Roma
Tel.: 06 72595570/5533
Fax: 06 72595569
segreteria.fondazione
luigi.paganetto