Monday, November 19, 2018
 

Getting Globalization Right
Sustainability and Inclusive Growth in the Post Brexit Age

settembre 24th, 2018 by Fuet in Books / Economia / Economia europea / Economia globale

Editors: Paganetto, Luigi (Ed.)

Springer

This book presents stimulating new perspectives on three key sets of issues: a fair globalization, the policies that might be adopted in response to protectionist pressures, and sustainable development policies involving G7 and G20 actions to lay the foundations for renewed trust. The individual topics addressed within this framework are wide ranging. Examples include globalization and national inequality, globalization and policies for inclusive growth in developing countries, the sources of controversies regarding trade agreements and their effects, the impact of new U.S. commercial policies on the world trading system, real convergence in the Euro area, and the causes of Brexit. The book comprises a selection of contributions presented at the XXIXth Villa Mondragone International Economic Seminar. In offering contrasting points of view on topics of high current interest, it will appeal to academics, policymakers, and economic experts at institutions.

 

Lo Stato nell’economia può funzionare. A patto che…
Parla Paganetto

settembre 16th, 2018 by Fuet in Activities / Economia / Economia italiana

Un ritorno della mano pubblica nell’industria può avere senso e vantaggi. Basta non ripetere gli errori commessi con le concessioni autostradali. Il commento dell’economista.

Immaginare un ritorno dello Stato in alcuni settori chiave dell’economia si può. Anche nel 2018, a oltre 20 anni dalla stagione delle grandi privatizzazioni industriali, che aprirono la strada alla progressiva dismissioni dell’Iri. Basta farlo con accortezza e senza manovre azzardate.

Un argomento ampiamente dibattuto pochi giorni fa nel corso di un convegno organizzato presso la Scuola nazionale dell’Amministrazione, alla quale hanno partecipato numerosi economisti (qui l’articolo con tutti i dettagli). Tra loro, Luigi Paganetto, presidente della Fondazione economia di Tor Vergata.

A Formiche.net Paganetto spiega perché parlare di ritorno dello Stato nell’economia, proprio mentre il governo gialloverde sembra aver imboccato tale strada, può avere un senso. “Il cambiamento che si sta producendo nel mondo è così ampio da non poter fare a menodell’intervento dello Stato attraverso la politica industriale. Stare sulle frontiere tecnologiche significa investire sulle reti, che erano ieri quelle ferroviare ed elettriche realizzate dallo Stato e possono essere oggi quelle delle telecomunicazioni e dei big data”.

Leggi l’articolo completo su Formiche.net

 

Pil mensile: Luglio 2018

settembre 16th, 2018 by Fuet in Economia / Economia italiana / Monthly GDP / PIL mensile

<br/>

La crescita rimane debole in luglio

<br/>

Si prevede un ulteriore rallentamento della crescita del PIL reale nel mese di luglio a +0,05% m/m e +1,01% a/a, dovuto al calo della produzione industriale (-1,8% m/m) e al peggioramento degli indicatori congiunturali.
La flessione dell’attività manifatturiera ha interessato tutti i settori, compreso quello dei beni strumentali (-2,2% m/m) che rimangono l’unica componente con una crescita tendenziale positiva (+1,1% a/a). Di conseguenza, la variazione acquisita della produzione industriale per il 3T18 risulta negativa (-1,4% t/t).
I dati più recenti, compresi gli indicatori congiunturali relativi al mese di agosto, confermano il perdurare della fase di debolezza dell’attività economica: il clima di fiducia delle imprese e gli ordini dall’estero si riducono, così come le aspettative di produzione. D’altra parte, alcuni segnali positivi provengono dai consumi elettrici e delle immatricolazioni di nuove autovetture.
Nel complesso, tenuto conto del possibile impatto di aggiustamenti legati a fattori di stagionalità, in agosto si attende un rimbalzo dell’attività economica.

Dati e commento

Data and comment

 

Stato e mercato, no a ritorni al passato. Ecco cosa si è detto alla SNA

settembre 13th, 2018 by Fuet in Activities / Economia / Revitalizing Europe

Il dibattito organizzato alla Scuola dell’Amministrazione con Luigi Paganetto, Andrea Montanino, Massimo Mucchetti, Patrizio Bianchi, Davide Tabarelli, Stefano Firpo e Pasquale Lucio Scandizzo.

Lo Stato padrone, se mai tornerà, non dovrà commettere certi errori.

Lo Stato avanza o arretra, dipende semplicemente dalla fase storica. Negli anni ’90 l’economia italiana improvvisamente si aprì, dando vita alle prime vere grandi privatizzazioni industriali. Dall’allora Telecom, all’Alitalia, lo Stato uscì progressivamente da diverse industrie. Oggi, con il governo gialloverde, sembra essersi avviato un meccanismo inversamente proporzionale: più aumenta la concorrenza più la mano pubblica si fa pesante. Da Mps a, di nuovo, l’Alitalia. Ma alla fine la domanda, o meglio le domande, di fondo sono: è meglio avere come padrone lo Stato o il libero mercato? E se lo Stato è padrone allora automaticamente ci si guadagna in Pil e ricchezza?

Leggi l’articolo completo su Formiche.net

 

12 Sep2018

Il mercato, lo Stato azionista e le politiche industriali

12 settembre 2018

Mercoledì 12 settembre a Roma presso l’Aula Magna della Scuola Nazionale dell’Amministrazione, nell’ambito del Diploma in Management pubblico e politiche economiche europee, si è svolto un nuovo incontro del “Gruppo dei 20″ su:

“Il mercato, lo Stato azionista e le politiche industriali”

Ad aprire i lavori Stefano Battini, Presidente SNA e Luigi Paganetto, Presidente FUET. Sono intervenuti, tra gli altri, Patrizio Bianchi, Università degli Studi di Ferrara; Stefano Firpo, Ministero dello Sviluppo Economico; Andrea Montanino, Confindustria; Massimo Mucchetti, Giornalista; Alberto Pera, Gianni, Origoni, Grippo, Cappelli & Partners; Pasquale Lucio Scandizzo, Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”; Carlo Scarpa, Università degli Studi di Brescia; Davide Tabarelli, Nomisma Energia; Pasquale Tridico, Università Roma Tre.

Scarica il Programma

Temi discussi nel corso dell’incontro

undefined Produttività, Mercato e Stato (azionista o meno)
Carlo Scarpa – Università degli Studi di Brescia

undefined Energia, ambiente e Stato
Davide Tabarelli – Nomisma Energia

undefined Politiche industriali e cambiamento strutturale per favorire la produttività del lavoro
Pasquale Tridico – Università Roma Tre


 

Pil mensile: Giugno 2018

agosto 30th, 2018 by Fuet in Economia italiana / PIL mensile

<br/>

La crescita economica rallenta nel II trimestre 2018

<br/>

In base alla stima flash su dati destagionalizzati fornita dall’Istat, la crescita del PIL reale ha rallentato nel 2T2018 (+0,2% t/t dallo 0,3% t/t del 1T2018), in linea con le indagini sul clima di fiducia di imprese e consumatori che indicavano segnali di raffreddamento per il medesimo periodo. Ciononostante, la produzione industriale è cresciuta dello 0,5% m/m a giugno, sostenuta principalmente dai beni strumentali (+1,4% m/m) e i dati di aprile e maggio sono stati entrambi rivisti in aumento di un decimo di punto ciascuno. Nell’ultimo mese del trimestre, segnali positivi sono pervenuti anche dal settore dei servizi, con l’indice PMI che ha segnato i 53,1 punti (+0,5 punti rispetto a maggio), superando le aspettative. Conseguentemente, la stima aggiornata della crescita del PIL reale mensile si stabilizza allo 0,07% m/m e il tasso di crescita annuale è previsto all’1,03% a/a.

Dati e commento

Data and comment

 

Il Prof. Paganetto nominato Vice Presidente di
Cassa depositi e prestiti

luglio 24th, 2018 by Fuet in Economia europea / Economia italiana

<br/>

CDP: l’Assemblea nomina il nuovo consiglio di amministrazione

<br/>

L’Assemblea degli azionisti di Cassa depositi e prestiti Spa (CDP) ha nominato il nuovo consiglio di amministrazione per gli esercizi 2018, 2019 e 2020.

Sono stati nominati amministratori: Massimo Tononi (Presidente), Fabrizio Palermo (designato alla carica di Amministratore Delegato), Luigi Paganetto (designato alla carica di Vice Presidente), Fabrizia Lapecorella, Fabiana Massa Felsani, Valentino Grant, Francesco Floro Flores, Matteo Melley e Alessandra Ruzzu.
L’Assemblea degli azionisti, nel formulare i migliori auguri di buon lavoro ai nuovi amministratori per il loro incarico, ha ringraziato i consiglieri uscenti per i risultati raggiunti.

Roma, 24 luglio 2018

Scarica il comunicato

 
 
About us

La Fondazione Universitaria Economia Tor Vergata è uno strumento di relazione tra università, imprese e istituzioni.

Approfondisci »
Help & Support

Problemi con il sito web?
Contatta il webmaster .

webmaster@poeco.uniroma2.it
Contatti

Via Columbia, 2
00133 Roma
Tel.: 06 72595570/5533
Fax: 06 72595569
segreteria.fondazione
luigi.paganetto