Sunday, June 25, 2017
 

Intervento Rai1

febbraio 27th, 2017 by Fuet in Economia internazionale

Luigi Paganetto è intervenuto nella puntata del 24 Febbraio di “Unomattina”,programma di Rai 1 condotto da Francesca Fialdini e Franco Di Mare, per commentare i dati dell’osservatorio sul precariato pubblicati dall’Inps.

Per rivedere la trasmissione, clicca qui

 

Incontro del Gruppo dei 20

febbraio 20th, 2017 by Fuet in Economia internazionale

L’Incontro del Gruppo dei 20 “Revitalizing Anaemic Europe” si è svolto il 17 febbraio 2017 e si è discusso di:

Politiche per il clima e la sostenibilità

Dopo l’apertura di Luigi Paganetto, è seguito l’ intervento di Francesco La Camera, Direttore per lo Sviluppo Sostenibile e gli Affari Internazionali del Ministero dell’Ambiente.
La Camera ha fatto riferimento all’Accordo di Parigi, al prossimo G7 Ambiente, al G20 sulla Green Finance, nonchè ai cambiamenti in questa materia annunciati dall’amministrazione Trump.

Le slides possono essere scaricate qui

Si è poi discusso di:

Italexit nel rapporto Mediobanca, euro sì, euro no

Introdotti da Luigi Paganetto, sono intervenuti: Marcello Minenna, uno degli autori del Rapporto nonchè docente alla London Graduate School of Mathematical Finance ed il prof. Leonardo Becchetti dell’Università di Tor Vergata.
La discussione ha messo in evidenza la posizione del Gruppo dei 20 che, pur esprimendo l’esigenza di un ripensamento delle politiche europee, ha sottolineato il ruolo e l’importanza della moneta unica.

The meeting of Group of 20 “Revitalizing Anaemic Europe” took place on February 17th and the topics were:

Climatic Policies and sustainability

To the opening by Luigi Paganetto followed the speech by Francesco La Camera, Director for the Sustainable Development and the International Business of the Ministry of Environment.
La Camera refered to Paris Climate Change Conference, to the next G7 Environment, to G20 about Green Finance, and to the changes about this theme announced by Trump Administration.

It’s possible to download the slides here.

Italexit in Mediobanca Report, euro yes, euro no

Introduced by Luigi Paganetto, partecipated: Marcello Minenna, one of the report’s author and professor at London Graduate School of Mathematical Finance and Leonardo Becchetti, professor at University of Rome Tor Vergata.

The discussion demonstrated the position of Gruppo dei 20 that, even if expressing the need of a change of mind about european policies, highlighted the euro’s role and its importance.

 

Intervento TV2000

febbraio 13th, 2017 by Fuet in Economia internazionale

Luigi Paganetto è intervenuto nella puntata del 9 Febbraio di “Siamo Noi”, programma in onda su TV2000 che ogni giorno affronta temi di attualità, per parlare della situazione economica del Paese tra spread, crisi, lavoro e investimenti per il Mezzogiorno.

Per rivedere la trasmissione, clicca qui

 

Intervento Radio Uno

febbraio 9th, 2017 by Fuet in Economia internazionale

Luigi Paganetto è intervenuto a “Tra poco in edicola”, la rassegna stampa notturna di Radio Uno, nella puntata dell’ 8 Febbraio 2017 per parlare di Euro ed Europa.

Per riascoltare la trasmissione, clicca qui

 

Incontro del Gruppo dei 20

gennaio 20th, 2017 by Fuet in Economia internazionale

L’Incontro del Gruppo dei 20 ” Revitalizing Anaemic Europe” si è svolto il 19 gennaio 2017 e si è discusso di

Sviluppo sostenibile, politiche di coesione e Mezzogiorno

Dopo l’apertura di Luigi Paganetto, sono seguiti gli interventi di Adriano Giannola, Presidente SVIMEZ; Vincenzo Scotti, Link University e Aldo Ravazzi, Ministero Ambiente.

The meeting of Group of 20 “Revitalizing Anaemic Europe” took place on January 19th and the topic was

Sustainable development, cohesion policies and South

To the opening by Luigi Paganetto followed the speeches by Adriano Giannola, President of SVIMEZ, Vincenzo Scotti, Link University and Aldo Ravazzi, Minister for the Environment

 

1 Oct2015

Ripensare Maastricht

Ripensare Maastricht

Eurilink

Roma, 2017; br. (Campus. 38).

series: Campus

ISBN: 8895151119

I contributi raccolti in questo volume sono precedenti quest’ultima vicenda e segnalano l’esigenza, ormai assai sentita, di un ripensamento della governance europea senza, peraltro, trascurare i passi avanti che sono stati fatti in questi anni, in particolare con il nuovo ruolo assunto, di fatto, dalla ECB, dall’adozione dei meccanismi previsti dall’ESM, fino all’accordo in materia di Unione Bancaria. L’economia reale, pur invertendo la spirale recessiva iniziata nel 2008, non sembra mostrare, peraltro, i segni di un nuovo dinamismo, nonostante che i mercati finanziari attraversino una fase di relativa stabilità. Sono più di 26 milioni i disoccupati nella EU. Sono presenti spinte deflattive segnalate da un tasso d’inflazione inferiore all’1%. Le disuguaglianze di reddito stanno crescendo e il numero dei NEET non tende a diminuire nei paesi europei che più ne soffrono. All’interno dell’Eurozona aumentano le divergenze di crescita e benessere per i paesi della periferia. In questo contesto, si tende, con sempre maggiore insistenza, a dare all’Euro la responsabilità di questa situazione, invece di guardare ai limiti della politica economica sin qui adottata e, in particolare, alle modalità con cui si sono realizzate le politiche di austerità. La Fondazione Economia Tor Vergata ha inteso realizzare, con questo volume e con gli incontri che ne stanno all’origine, un confronto tra quanti credendo nell’Europa, intendono contribuire al tema imprescindibile del come stare nella EU e quali scelte adottare nel prossimo futuro per renderne più efficace la governance.

 

Crisi dell’Eurozona: serve un Ministro delle Finanze?

gennaio 18th, 2017 by Fuet in Books / Economia internazionale

Crisi dell’Eurozona: serve un Ministro delle Finanze?

Eurilink

Roma, 2017; br. (Campus. 43).

series: Campus

ISBN: 88-97931-83-9

La Fondazione Economia Tor Vergata, nell’ambito dell’attività del “Gruppo dei 20” e del Progetto “How to Revitalize Anaemic Europe” presenta, in questo volume, alcune proposte ed indicazioni dirette a contrastare la crisi dell’Eurozona.

La crisi in atto ha molte ragioni, ma il fenomeno migratorio, l’aumento delle disuguaglianze, il ritardo della UE nell’adattarsi ai cambiamenti del quadro competitivo globale, si sono sovrapposti alla quasi stagnazione dell’economia e stanno creando spinte centrifughe e controversie tra i paesi europei, tanto consistenti da minacciare l’intera costruzione europea. La crescente alienazione di una parte importante della popolazione, in particolare del ceto medio, dalle Istituzioni politiche ed economiche europee ha dato luogo ad un malessere la cui manifestazione più importante ed esplicita è il risultato del referendum UK sulla Brexit. Non sappiamo ancora quale sarà l’assetto europeo che ne seguirà. Quel che è certo che siamo di fronte ad eventi che devono essere fronteggiati, se non vogliamo che si vanifichino gli sforzi fatti per tener assieme, almeno fino a ieri, i 28 paesi della UE. Non abbiamo ancora una risposta adeguata per l’insoddisfacente tasso di crescita dell’economia e per l’irrefrenabile fenomeno migratorio che, messi assieme, costituiscono una sfida difficile da affrontare. Sullo sfondo c’è la questione dello spazio fiscale comune e delle politiche macroeconomiche da adottare per fronteggiare la crisi.

La recente proposta formulata dai Governatori delle Banche centrali di Francia e Germania, di un “Ministro europeo delle finanze”, ha aperto un dibattito alimentato anche dal documento del MEF, “Una strategia europea condivisa per crescita, lavoro e stabilità”.

Questo volume, partendo da questi documenti, intende proporre una riflessione su quali siano le modalità economiche ed istituzionali attraverso le quali la EU potrà trovare una risposta ad una crisi che non è soltanto economica e sociale, ma è crisi degli stessi valori su cui essa è stata fondata.

 

ENR GP BBL: Tourism and Inclusive Green Growth in Quintana Roo, Mexico | Wednesday, January 18, 2017 | 12:30-2:00 M | I 6-054

gennaio 17th, 2017 by Fuet in Economia internazionale

Quadro generale: Identificare forme di turismo con perdite inferiori, gli effetti diretti e indiretti più elevati sull’economia, economie di scala dinamiche e legami più numerosi e più forti con le altre attività economiche è fondamentale per la comprensione e la definizione delle politiche economiche per una crescita inclusiva e sostenibile. In Quintana Roo, uno Stato messicano della penisola dello Yucatan, questa analisi è importante perchè, nel contesto della prevedibile perturbazione ambientale indotta dal cambiamento climatico, il modello tradizionale di sviluppo turistico (il “modello di Cancun”) non sembra essere più praticabile, almeno non senza radicali modifiche. Questo studio fornisce un’analisi applicata dei vari legami economici, sociali e ambientali che esistono in Quintana Roo come una piccola economia aperta, all’interno di un sistema più grande, come la federazione del Messico. Utilizzando una combinazione di tecniche di indagine primarie e modelli strutturali dell’economia locale, si sviluppano simulazioni di opzioni politiche alternative, sulla base di ipotesi controllate sul cambiamento esogeno. I risultati dell’esercizio di tali opzioni sono stati testati per la generazione di benessere, la distribuzione del reddito, la tutela dell’ambiente e la promozione del turismo, e per suggerire le linee guida nella definizione delle priorità ed identificare le adeguate politiche di intervento, nel quadro della programmazione economica e della gestione ambientale.

Guest Speaker:

Pasquale L. Scandizzo, Professor of Economic Policy, Fondazione Economia Senior Fellow, Center for Economic International Studies, University of Rome “Tor Vergata”

http://www.fondazionetorvergataeconomia.it/wp-includes/js/tinymce/plugins/wordpress/img/trans.gifPresidente:

Ernesto Sanchez-Triana, Lead Environmental Specialist, ENR GP

Discussants:

Yewande Awe, Senior Environmental Specialist, ENR GP

Santiago Enriquez, Environmental Specialist, ENR GP

Bio:

Pasquale L. Scandizzo ha conseguito un dottorato di ricerca presso la University of California, Berkeley ed è attualmente docente di Economia Politica, socio del Centro di Studi Economici e Internazionali, Socio Senior e Consigliere di Amministrazione della Fondazione Economia presso l’Università di Roma “Tor Vergata”. E’ anche Presidente dell’Associazione Italiana degli Economisti dello Sviluppo e Presidente di Openeconomics, uno  spin off universitario incentrato sulla valutazione dei progetti e lo sviluppo economico. Le sue precedenti cariche istituzionali includono la presidenza del Centro per gli Studi Economici Internazionali, il consiglio di amministrazione dell’Istituto Italiano di Statistica, l’Istituto Italiano per la Programmazione Economica (in qualità di Presidente), il Planning Board Nazionale, il Comitato di Bilancio parlamentare (in qualità di Consigliere), la Banca Mondiale (senior Economist). Tra i molti argomenti, la sua ricerca, i cui risultati sono stati ampiamente pubblicati, riguarda il rapporto tra Istituzioni e sviluppo economico, con particolare attenzione alla avversione al rischio, alla distribuzione dei diritti ed al nesso tra domanda e offerta in un contesto di equilibrio generale. Ha sviluppato metodologie per la valutazione economica dei progetti pubblici in condizioni di incertezza utilizzando la teoria delle opzioni reali e le tecniche di equilibrio generale e ha guidato la loro applicazione sia nei paesi sviluppati che in quelli in via di sviluppo.

È possibile visitare l’ENR GP Calendar per vedere i prossimi eventi.

Overview: Identifying forms of tourism with lower leakages, higher direct and indirect effects on the economy, dynamic economies of scale, and more numerous and stronger linkages with other economic activities is crucial to the understanding and the definition of economic policies for inclusive and sustainable growth. In Quintana Roo, a Mexican State of the Yucatan Peninsula, this analysis is  also important because, in the context of the predictable environmental disruption induced by climate change, the traditional pattern of tourism development (the “Cancun model”) does not appear to be viable any longer, at least not without radical modifications. This study provides an applied analysis of the various economic, social, and environmental linkages that exist in Quintana Roo as a small open economy, within a larger system such as the Mexico federation. Using a combination of primary survey techniques and structural models of the local economy, it develops simulations of alternative policy options, using controlled assumptions on exogenous change. The outcomes from exercising these options are tested for welfare generation, income distribution, environmental protection, and tourism promotion, and to suggest guidelines in setting priorities and in identifying appropriate policy interventions, in the context of economic planning and environmental management.

Guest Speaker:

Pasquale L. Scandizzo, Professor of Economic Policy, Fondazione Economia Senior Fellow, Center for Economic International Studies, University of Rome “Tor Vergata”

Read the rest of this entry »

 

Incontro del Gruppo dei 20

gennaio 16th, 2017 by Fuet in Economia internazionale

L’Incontro del Gruppo dei 20 ” Revitalizing Anaemic Europe” si è svolto il 13 gennaio 2017 e si è discusso di

Stato ed Economia: Mediaset, Mps e dintorni

Dopo l’apertura di Luigi Paganetto, sono seguiti gli interventi di Franco Bassanini, Marcello Messori e Massimo Mucchetti.

Scarica qui il materiale

Marcello Messori

Massimo Mucchetti

The meeting of Group of 20 “Revitalizing Anaemic Europe” took place on January 13rd, 2017 and the topic was:

“State and Economy: Mediaset, Mps and surroundings”

To the opening by Luigi Paganetto followed the speeches by Franco Bassanini, Marcello Messori and Massimo Mucchetti.

Download here the materials

Marcello Messori

Massimo Mucchetti



 

Incontro del Gruppo dei 20

dicembre 16th, 2016 by Fuet in Economia internazionale

L’Incontro del Gruppo dei 20 “Revitalizing Anaemic Europe” si è svolto il 15 dicembre 2016 e si è discusso di

Dopo Brexit, Trump e il Referendum: quali scelte per l’Europa e l’Italia?

Dopo l’apertura di Luigi Paganetto, sono seguiti gli interventi di Salvatore Zecchini e Alfredo Macchiati, autori di due recenti volumi su Innovazione, Istituzioni e Sviluppo.

Scarica qui il materiale

Luigi Paganetto

Alfredo Macchiati

Salvatore Zecchini

The meeting of Group of 20 “Revitalizing Anaemic Europe” took place on December the 15th, 2016 and the topic was:

“After Brexit, Trump and the Referendum: which choices for Europe and Italy?”

After the opening by Luigi Paganetto, followed the speeches by Salvatore Zecchini and Alfredo Macchiati, authors of two recent volumes about Innovation, Institutions and Development

Download here the material

Luigi Paganetto

Alfredo Macchiati

Salvatore Zecchini

 
 
About us

La Fondazione Universitaria Economia Tor Vergata è uno strumento di relazione tra università, imprese e istituzioni.

Approfondisci »
Help & Support

Problemi con il sito web?
Contatta il webmaster .

webmaster@poeco.uniroma2.it
Contatti

Via Columbia, 2
00133 Roma
Tel.: 06 72595570/5533
Fax: 06 72595569
segreteria.fondazione
luigi.paganetto