Wednesday, December 2, 2020
 

Con Next Generation EU bisogna investire in capitale umano e intelligenza artificiale

Milano Finanza

Luigi Paganetto - 11/09/2020

La decisione con cui l’Europa ha destinato 750 miliardi a un progetto comune per combattere le conseguenze economiche del Covid-19 non è solo un risultato di enorme importanza, ma anche l’avvio di un processo che comporta aspetti di governance che, come ha detto il Gruppo dei 20 dell’Università di Roma Tor Vergata, sono destinati ad avere conseguenze importanti per il futuro.

L’accordo implica: a) l’apertura di spazi fiscali prima d’ora inimmaginabili; b) aspetti di governance nazionale che riguardano non solo gli investimenti da realizzare, ma anche la loro gestione; c) scelte relative ai progetti-Paese da adottare.

Le risorse messe in campo dall’ UE sono legate, come è noto, a debito sottoscritto dall’Unione, ma sostenuto dalle risorse di bilancio. Il che significa che, anche se in termini assai lunghi, dovranno essere acquisite risorse proprie (tassazione CO, plastica o altro) per restituire il debito contratto. E ciò prefigura l’apertura di spazi fiscali comuni che finora non esistono. La disponibilità di risorse proprie consentirebhe di affrontare questioni prioritarie quali immigrazione, difesa e sicurezza, nonché di avviare interventi anticiclici, quando necessari. E interessante nella procedura di approvazionedei progetti l’utilizzo del metodo del «freno di emergenza» se lo si vede corne rimedio ai limiti di una governance fondata sul metodo intergovernativo che, si sa, rappresenta un forte limite alle capacità di decisione dell’ Unione perché può bastare il veto di un Paese per bloccare le decisioni comuni. L’approvazione dei piani di aiuto europei mette poi assieme in una proporzione prima d’ora mai realizzata progetti nazionali e progetti europei. La discussione si è finora concentrata sulle risorse attribuite ai Paesi, ma i progetti europei per green deal e digitale sono della massima importanza perché è in questa sede che si definiranno le traiettorie tecnologiche e industriali dell’Unione. È decisiva per un efficace contrasto alla recessione post Covid-19 la definizione dell’orizzonte temporale in cui saranno distribuiti i fondi Next Generation Eu. Si tratta di un tema di governance aperto da affrontare con grande attenzione.

Leggi tutto


 

Tags: , , , , , ,

Comments

No comments so far.
 
About us

La Fondazione Universitaria Economia Tor Vergata è uno strumento di relazione tra università, imprese e istituzioni.

Approfondisci »
Links & Resources
Help & Support

Problemi con il sito web?
Contatta il webmaster .

webmaster@poeco.uniroma2.it
Contatti

Via Columbia, 2
00133 Roma
Tel.: 06 72595570/5533
Fax: 06 72595569
segreteria.fondazione
luigi.paganetto